Centinaia di cerimonialisti scendono domani in strada: «Vogliamo aiuti subito»

Ferraro: La nostra attività è legata all'assembramento delle persone e per questo motivo siamo penalizzati e saremo gli ultimi a ripartire, ma quando?

Pronti per la protesta pacifica e silenziosa dei cerimonialisti: «Stiamo perdendo il fatturato più importante dell’anno. Anche volendo ripartire in sicurezza è impossibile, per i vincoli restrittivi»

La prefettura informata sembra abbia inviato un invito «cortese» a non tenerla. Ma i cerimonialisti  e laboratori di fotografia campani hanno intenzione comunque di effettuare il flash mobile, in barba al rischio di subire contravvenzioni amministrative per la violazione del divieto di assembramento e di manifestazione pubblica, oltre che una sanzione penale per non aver comunicato preventivamente alle autorità. «Non siamo autorizzati, ma stiamo costituendo un’associazione, saremo assolutamente corretti- precisa un partecipante,  manterremo le distanze di sicurezza,  tutti saremo adeguati alla legge, e per evitare assembramenti abbiamo ridotto la presenza il più possibile, saremo in giacca cravatta e macchina fotografica, teniamo a precisare che, ci hanno dato il loro sostegno anche alcuni consiglieri regionali. Tutto alla luce del sole: ciascuno avrà un cartello col proprio nome, e volendo potranno identificarci e il tutto sarà trasmesso in streaming sul  gruppo».