Decoro urbano questo emerito sconosciuto

…lo scorso mese, in Piazza della Prefettura, è stata realizzata una fioriera, con pretesa ornamentale, con la scritta Città di Caserta formata da piantine sempreverdi…ad un mese scorgiamo che il terrapieno di sedime appare già infestato di erbe spontanee, che pure basterebbe tenere a bada con un semplice erbicida o con un giardiniere che periodicamente ed in pochi minuti le tiri via a mano. E lo scempio da vedere è ora lì nel cuore della città…Kestè!

Pubblicato da Caserta Kest’è giovani su Lunedì 6 luglio 2020

Cari lettori, come ben sapete in piazza della Prefettura, è stata realizzata una fioriera, con pretesa ornamentale, con la scritta Città di Caserta formata da piantine sempreverdi.

Oggi a neanche un mese, notiamo  che il terrapieno di sedime appare già infestato di erbe spontanee, che ci dicono i pollici verdi, basterebbe tenere a bada con un semplice erbicida o con un giardiniere che periodicamente ed in pochi minuti le tiri via a mano.

Spreco di danaro, molti come noi si pongono la domanda del perchè si facciano delle opere  per poi non saperle mantenere?

A Verona,  ci suggeriscono di dare come esempio, da anni opera un comitato di cittadini volontari, denominato Angeli del Bello, che curano l’estetica della propria città, rimuovendo le scritte che imbrattano muri e palazzi, tenendo pulite ed efficienti la segnaletica turistica e stradale, nonché le insegne viarie e monumentali e così via…

Inutilmente si cerca quel decoro urbano, che dovrebbe essere inappuntabile per una città che sembrerebbe a vocazione turistica.