Fiamme nei piani cantinati dell’ex hotel Houston.

Nel primo pomeriggio di oggi un vasto incendio si è sviluppato nei piani cantinati dell’ex hotel Houston, a due passi dall’uscita Caserta Nord. La struttura, è stata oggetto di un sequestro da parte della Procura della Repubblica nel maggio dello scorso anno.

Il provvedimento ricordiamo ai lettori, fu adottato all’esito degli accertamenti delegati ai Carabinieri di Casagiove, con il supporto del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Caserta, essendo stato accertato lo stato di degrado dell’intera struttura alberghiera.

Lo stato di totale abbandono si riferisce alla struttura nella sua totalità, composta da un corpo di fabbrica con sette piani fuori terra e due piani interrati, un corpo di fabbrica con due fuori terra e un piano interrato, una piscina con annessi spogliatoi, una cabina dì trasformazione, locali servizio, quattro campi da tennis ed aree scoperte.

Tale situazione di degrado è maturata nel tempo a causa del fallimento della società proprietaria del bene e dell’assenza di fondi per poter mettere in sicurezza l’area, divenuta un ricovero di fortuna per soggetti senza fissa dimora, con conseguenti ripercussioni sulla percezione di sicurezza dei cittadini residenti.

Nel corso delle indagini, i tecnici hanno rilevato che l’intera struttura è infatti caratterizzata da:

  • un diffuso deterioramento e distacco delle facciate e dei cornicioni;
  • l’assenza in più piani delle ringhiere dei balconi;
  • l’ossidazione dei ferri delle strutture in cemento armato e della rottura delle pignatte dei solai;
  • il cedimento e rottura delle vetrate presenti sulla facciata principale.

Fiamme nei piani cantinati dell'ex hotel Houston.  La presenza di cumuli di rifiuti di ogni genere abbandonati, con annesso pericolo d’incendio.
Trattandosi di lesioni concernenti strutture portanti è stato quindi rilevato un concreto pericolo di rovina del fabbricato o di parti significative di esso che potrebbe mettere in pericolo l’incolumità pubblica.

Oggi 16 luglio da oltre 3 ore i vigili del fuoco sono impegnati nelle operazioni di spegnimento.

L’incendio interessa la parte dell’ex hotel, attualmente occupata dai rom, sita alle spalle della struttura, dove un tempo si trovavano la piscina, la terrazza e il solarium dell’albergo, ora trasformati in baraccopoli.

A quanto pare sono stati divorati dalle fiamme materassi ed altri oggetti custoditi ai piani sotterranei della struttura.  Sul posto ci sono anche i carabinieri.