Il bluff dello sconto sulla tassa dei rifiuti del Comune di Caserta

Caserta – Tutti a vendersi all’elettorato che era stato approvato lo sconto  sulla tassa dei rifiuti e di essere andati incontro alle richieste dei cittadini, aumentando finanche il numero di rate per diminuire gli esborsi. Questi amministratori comunali, che bravi, quando s’impegnano bisogna scriverlo,  divulgarlo, poi delle eccellenze così, mai viste, quando ci ricapitano tutte insieme.…

Caserta – Tutti a vendersi all’elettorato che era stato approvato lo sconto  sulla tassa dei rifiuti e di essere andati incontro alle richieste dei cittadini, aumentando finanche il numero di rate per diminuire gli esborsi.

Questi amministratori comunali, che bravi, quando s’impegnano bisogna scriverlo,  divulgarlo, poi delle eccellenze così, mai viste, quando ci ricapitano tutte insieme.

Questo avveniva in primavera, poi tutti felici a bagnomaria, poi tornati, tra feste e festini, si è in autunno, e tutti a rimangiarsi quello che era stato annunciato.

Kest’è.!!!

Per non smentirsi, oggi in consiglio comunale a Palazzo Castropignano  in seguito ad una interrogazione del consigliere comunale di maggioranza Antonio Ciontoli: “Noi abbiamo approvato una riduzione del 4,03% che non è stato applicato nelle bollette inviate; inoltre abbiamo chiesto di aumentare da 3 a 4 le rate da pagare, ma la concessionaria (Publiservizi, nda) non ha applicato ciò che abbiamo votato”.

L’assessore (“l’Assessore a Trenitalia”) ovvero Federico Pica (quello che si fa rimborsare anche i centesimi dei biglietti ferroviari, non ci credete? determina-1292-18) ma, per Carlo Marino è bravo ed efficiente, ed è soprattutto  un contemplatore. Il professore ha creato un feeling perfetto, basato chissà su cosa, con il Dirigente facente funzioni Girolamo Santonastaso. Insieme hanno organizzato una lunga seduta di contemplazione dinanzi a quel riequilibrio di bilancio fallito che ha determinato il secondo dissesto.

Sia ben chiaro, non c’è nulla di illegale in questa rivendicazione. Però, di fronte all’invisibilità, all’evanescenza, al ‘non pervenuto’ quotidiano di questa sorta di U.F.O. arrivato da Napoli, constatare che l’unico segno di sè lo dà attraverso queste richieste di rimborso, onestamente fa cadere le braccia e la dice lunga sul grado di motivazione, di entusiasmo, di genuina passione con cui ha abbracciato questo suo compito.

Fatta questa piccola parentesi l’assessore, sempre PICA, ha spiegato che nelle prossime ore avrà un incontro proprio con la società per affrontare la questione, ma la risposta non ha soddisfatto il consigliere Ciontoli il quale esterna: “Lei sta diventando politico, come il sindaco, cercando di sviare la discussione senza entrare nel merito”. A dar man forte all’assessore è arrivato il vice sindaco Franco De Michele che ha sottolineato come lo sconto entrerà in vigore dal prossimo anno non avendo approvato nei termini il bilancio,  sottolineando, però, che resta il nodo sull’aumento delle rate affermando che : la comunicazione al concessionario è stata effettuata, ma non sapeva neanche perché a tutt’oggi non era stata predisposta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *