IL MES QUESTO SCONOSCIUTO: IL CAPPIO ALLA DEMOCRAZIA

“Pare che nei mesi passati Conte abbia firmato di nascosto, magari di notte, un accordo in Europa per cambiare il Mes e trasformare il ‘Fondo salva Stati’ in ‘fondo ammazza Stati’ e prima che esploda, come successe per il ‘Bail in’, chiediamo a Conte se senza autorizzazione del Parlamento e della Lega, e sarebbe un atto abusivo, anzi sarebbe un alto tradimento”.

Lo ha detto Matteo Salvini, durante una diretta Facebook, chiedendo anche “se qualcuno, Conte o il ministro Tria, senza autorizzazione della Lega, che allora era al governo, e senza interpellare il Parlamento che e’ sovrano, avesse dato il suo ok” a modificare il Mes, il meccanismo europeo di stabilita’, “mettendo a rischio il risparmio italiano e i risparmi degli italiani”.

“Stop Mes significa una enorme fregatura per i risparmiatori italiani, i titoli di stato italiani rischiano di valere sempre meno, di valere zero, e gli Stati potranno essere obbligati a mettere sul tavolo il risparmio di milioni di cittadini senza che nessuno li autorizzi.

Solo la Lega in Europa voto’ contro e se cosi’ fosse per i traditori il posto giusto e’ la galera.

Su questo faremo le barricate dentro e fuori il Parlamento, no a tranelli o trappole e ghigliottine”, ha garantito il leader della Lega.

Ue, Meloni: Riforma fondo salva-stati è atto alto tradimento – “All’Eurosummit dello scorso giugno il Presidente Conte ha dato l’ok alla riforma del Fondo salva-Stati (MES) senza coinvolgere il Parlamento, che entro il mese di dicembre sarà chiamato a ratificare questa nuova eurofollia.

La riforma del MES impone in sintesi una maxi patrimoniale per gli Stati che non rispettano i parametri stabiliti, e ovviamente l’Italia è fuori da questi.

Il MES si trasformerà in un super troika onnipotente che avrà come unico scopo quello di agire nell’esclusivo interesse della speculazione finanziaria. Fratelli d’Italia annuncia sin da ora le barricate in Parlamento contro l’ennesimo atto di tradimento nei confronti del nostro popolo”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Ue: Fdi, Conte riferisca subito in Parlamento su riforma MES – “Chiederemo al presidente del Consiglio Conte di riferire immediatamente in Parlamento sulla riforma del Fondo salva-Stati (MES), a cui avrebbe dato il via libera nel corso dell’Eurosummit dello scorso giugno.

Il tutto senza informare ne’ coinvolgere il Parlamento. Si tratta di un’iniziativa gravissima, un’eurofollia, perche’ questa riforma stabilirebbe una maxi patrimoniale per quegli Stati non in regola con i parametri stabiliti; e l’Italia e’ fuori da questi. Fratelli d’Italia chiedera’ che il presidente Conte si rechi immediatamente in Parlamento per chiarire questa vicenda, che si configura come un vero e proprio tradimento della nostra Nazione. E in occasione della capigruppo in Senato, fissata per il prossimo mercoledi’, chiederemo che il presidente del Consiglio, che gia’ doveva essere ascoltato sull’emergenza maltempo a Venezia e su Arcelor-Mittal, riferisca anche sulla riforma del MES”. Lo dichiarano i capigruppo di Fratelli d’Italia di Senato e Camera, Luca Ciriani e Francesco Lollobrigida.

Ue, Malan (FI): Conte spieghi sul Mes con urgenza – “È urgente che il presidente del consiglio Conte spieghi in modo dettagliato la questione del Mes, il meccanismo europeo di stabilità. Sono sempre più insistenti le voci di una profonda modifica, che peraltro avrebbe dei parametri totalmente sfavorevoli all’Italia. Tale modifica non può avvenire senza il consenso di tutti Italia inclusa. Se davvero il presidente conte avesse dato il suo assenso, nascondendolo al Parlamento e al Paese sarebbe gravissimo. Anche perché, dopo ogni vertice europeo, lui o persona da lui incaricata hanno riferito al Senato e alla Camera senza mai parlare di Mes. Urgono spiegazionei chiare e convincenti, come già richieste dal leader della Lega Salvini, anche a tutela della credibilità dei nostri titoli di Stato”. Lo dice Lucio Malan, vice capogruppo vicario dei senatori di Forza Italia.