In manette, costringeva la moglie a fare sesso, davanti al figlio

Aversa – Costringeva la moglie ad avere rapporti sessuali contro la sua volontà, anche davanti al figlio minore di 11 anni, minacciandola e picchiandola ad ogni rifiuto.

È finito per questo in manette un cittadino ucraino di 40 anni; l’uomo è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Aversa che hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura.

Le indagini sono partite dopo la denuncia della donna, stanca di subire abusi sessuali dal marito violento, che lavorava tutti i giorni in campagna, per oltre 12 ore, e poi di sera abusava della donna; lei voleva separarsi ma ne aveva paura, e solo dopo l’ennesima violenza subita ha trovato il coraggio di denunciarlo.