La Casertana vince allo Stadio A. Pinto

La Casertana torna alla vittoria allo Stadio Alberto Pinto di Caserta nell’ anticipo della Serie C o Lega Pro della giornata del sabato per la festività di Pasqua e torna alla vittoria grazie ad una rete del suo attaccante Curcio. Questo quanto  accaduto nei 90 minuti di gioco. Partenza blanda su entrambi i fronti con…

La Casertana torna alla vittoria allo Stadio Alberto Pinto di Caserta nell’ anticipo della Serie C o Lega Pro della giornata del sabato per la festività di Pasqua e torna alla vittoria grazie ad una rete del suo attaccante Curcio.

Questo quanto  accaduto nei 90 minuti di gioco.

Partenza blanda su entrambi i fronti con le due squadre più propense a prendere vicendevolmente le misure agli avversari. Al 4’ rompe il ghiaccio Anastasio con un tiro a giro che Vannucchi addomestica facilmente. Al 10’ il lampo che spezza l’equilibrio. Curcio parte dalla linea corta dell’area di rigore sul settore di destra e appena dentro l’area fa partire un lob che scavalca tutta la difesa tarantina, portiere compreso e va ad insaccarsi alla destra di Vannucchi. Sulle ali dell’entusiasmo la Casertana insiste e Tavernelli confeziona un altro pericolo per la porta ionica con un tiro che viene smorzato da Enrici e bloccato da Vannucchi. La reazione ospite è flebile e viene finalizzata per lo più con azioni che vengono fermate da posizioni di fuorigioco da parte degli attaccanti. Col passar dei minuti cresce il tono agonistico della gara e il gioco viene spezzettato nelle opposte aree di rigore da azioni fallose ai danni dei difensori. Tra gli altri ne fa le spese Montalto che subisce un giallo per un fallo ai danni di miceli. Al 18’ Taranto pericoloso in seguito a calcio d’angolo prolungato sul secondo palo e il controcross al centro trova Fabbro pronto alla girata in area, con tentativo che non centra lo specchio. Poco dopo la mezz’ora uno schema su palla inattiva trova Riggio che devia di testa sottomisura con la sfera che finisce al lato. Nei 3’ di recupero un’azione per parte tiene viva una prima frazione giocata a ritmi sostenuti: prima Bacchetti deve rifugiarsi in angolo per sventare un tentativo di Fabbro ben appostato in area e poi l’azione più clamorosa oltre al gol di Curcio. Tavernelli se ne va sulla sinistra e mette al centro una bella palla a rimorchio per Carretta che spreca sparando alto da comoda posizione.

Ecco quanto accaduto invece nel secondo tempo

Alla ripresa delle ostilità Capuano presenta Kanouté e Valietti al posto di Fabbro e Panico ed il Taranto sembra rientrare in campo con uno spirito più garibaldino. Al 4 Luciani da fuori area impegna severamente Vannucchi che deve deviare in angolo. Ancora Luciani al 10’ è protagonista di un grosso pericolo per il portiere rossoblù che tenta di sorprendere con un tiro improvviso dalla distanza, ma il colpo di reni dell’estremo difensore è ugualmente efficace. Al 19’ Francesco Orlando, appena entrato, va al tiro che sfiora l’incrocio alla destra di Venturi. Con Capuano che si gioca le ultime cartucce per pervenire al pareggio, la Casertana decide di abbassare i ritmi e praticamente congelare la partita. La difesa rossoblù chiude tuti i varchi e praticamente non concede più nulla alla squadra ionica che il tecnico salernitano irrobustisce ulteriormente nella zona avanza con l’ingresso in campo di De Marchi. Finisce così con la vittoria dei falchetti che oltre ad operare il sorpasso ai danni del Taranto superano anche il Picerno che in serata farà visita all’Avellino in una gara il cui risultato – qualunque esso sia – avvicina la truppa di Cangelosi al terzo posto in classifica.

 

 

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *