Manifestazione dei sindacati della polizia penitenziaria con l’associazione nazionale guardie particolari giurate contro i gravi fatti di Santa Maria Capua Vetere

La Polizia penitenziaria si sente abbandonata dallo Stato. In mattinata davanti al carcere  di Santa Marua Capua Vetere un nutrito gruppo di agenti appartenenti a tutti i maggiori  sindacati della Polizia penitenziaria hanno manifestato solidarietà ai colleghi raggiunti da avviso di garanzia e dopo le rivolta nello stesso istituto di pena del giorno 13 Giugno  2020 nel reparto Danubio Che ha costretto numerosi agenti alle cure dei medici per le ferite postume
Con loro anche il Presidente nazionale Associazione Guardie particolari Giurate Giuseppe Alviti che ha aggiunto: “La polizia penitenziaria avrebbe dovuto essere premiata per quello che ha fatto. Con i numeri che ha, il Corpo, fatica a garantire l ordine in situazioni normali, nell emergenza Covid ha fatto anche di più ma é stato abbandonato. Oggi le guardie particolari giurate sono al fianco dei fratelli della polizia penitenziaria ha concluso Giuseppe Alviti.”
Donando come segno simbolo di fratellanza un cappello di ordinanza delle guardie particolari giurate del primario istituto di vigilanza.