Minacce e colpi di machete contro la porta della ex compagna: uomo arrestato

Un uomo di 58 anni A. Z. è stato arrestato dagli agenti del posto fisso operativo della polizia di Casapesenna con l’accusa di condotta persecutoria, tentata estorsione, danneggiamento aggravato, porto e detenzione illegale di un’arma impropria, nella fattispecie un machete. L’uomo, originario di San Cipriano d’Aversa, pur non convivendo da oltre 10 anni con la moglie si recava ogni giorno, da almeno tre anni, presso l’abitazione della donna minacciando la sua ex ed i suoi figli per questioni legate ad una proprietà dell’ex moglie della quale pretendeva la gestione pur non avendone diritto.

All’ennesimo rifiuto della donna l’uomo è andato in escandescenza e, dopo aver prelevato un grosso machete dalla sua auto, ha iniziato a sfondare la porta d’ingresso dell’abitazione della donna per aggredirla. Grazie all’intervento dei poliziotti contattati dalla figlia della coppia, l’uomo è stato bloccato dopo un quarto d’ora a bordo della sua auto e trovato in possesso sia del machete che di un coltello a serramanico. A.Z., che attualmente convive con una donna a Giugliano in Campania, è stato trasferito nel carcere di Santa Maria Capua Vetere .