‘Non ci resta che il crimine’ alla 42sima edizione della festa della mozzarella

La produzione del film Non ci resta che il crimine parteciperà alla 42sima edizione della festa della mozzarella di Cancello ed Arnone.

L’invito era partito dal sindaco Raffaele Ambrosca che aveva invitato la produzione e gli attori Marco Giallini, Alessandro Gassman, Edoardo Leo e Gianmarco Tognazzi ad «assaggiare la vera mozzarella di bufala e ad apprezzarne la sua genuinità». Proposta avanzata attraverso una garbata protesta fatta partire proprio dal primo cittadino, in seguito all’uscita del film diretto da Massimiliano Bruno, in cui c’è una battuta che fa riferimento alla «mozzarella contaminata di Caserta».

Una frase che ha fatto storcere il naso a moltissime persone del casertano, allevatori, trasformatori, semplici cittadini, ma anche del mondo delle istituzioni, tra cui gli esponenti politici dell’area del basso Volturno, vero fulcro della produzione di mozzarella di bufala.

Proteste a cui si era aggiunto anche il Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana Dop.

A rispondere all’invito del sindaco è stato un incaricato dalla produzione Italian International Film S.r.l, che ha fatto sapere di aver «apprezzato i toni della protesta» e ha deciso di «partecipare alla 42ma edizione del Festival della Mozzarella di Bufala, prodotto di riconosciuta eccellenza».

Potrebbe interessarti anche