Newsletter

Resta aggiornato su tutte le ultime news, gli eventi e le attività di Caserta Kest'è

Ondata di caldo in arrivo: nei prossimi al Centrosud giorni picchi di oltre 36°C

Avatar Redazione
Home > Cronaca > Ondata di caldo in arrivo: nei prossimi al Centrosud giorni picchi di oltre 36°C

Inizierebbe da questo weekend la forte ondata di caldo che interesserebbe mezza Europa ma soprattutto quella centro occidentale.

Una massa d’aria proveniente direttamente dal cuore del Continente africano si metterebbe in moto con direttrice sud-nord. Spagna orientale, Francia, Paesi Bassi, Benelux, Germania, Gran Bretagna, Svizzera potrebbero vedere temperature elevate. Le anomalie attese risulterebbero oltre i 10-13°C rispetto la climatologia tipica del periodo. Molte località dovrebbero superare facilmente i 30°C con punte di 36-38°C.

Anche la nostra Penisola sarebbe coinvolta, specie il Centro Nord. Termicamente per la Germania è finora il mese di Giugno di poco sotto quello del 1917 e del 2003 anche se in alcune zone orientali quello attuale è proprio il mese di giugno più caldo.

Sarebbe  una ondata ‘sui generis’ per il periodo per l’Europa centro occidentale,

sia per intensità che per estensione; in genere il caldo intenso è più consono ai mesi di Luglio e Agosto. Ma sarebbe rilevante anche l’estensione su molte Nazioni e anche il fatto su come il caldo si approssimi alle latitudini settentrionali.

 E’ comunque un dato di fatto che ondate molto calde e persistenti in Europa stiano avvenendo in tempi ravvicinati.

Ecco alcuni record di caldo nazionali del passato in Europa

: Austria 40,5°C (Agosto 2013), Belgio 38.8°C (Luglio 2015), Danimarca 36,4°C (Agosto 1975), Francia 44,1 (Agosto 2003), Germania 40,3( Agosto 2015), Lussemburgo 40°C (agosto 2003), Olanda 38,6°C (agosto 1944), Svizzera 39,7 (Luglio 2015). Tra le ondate di caldo più forti nel mese di Giugno: 1947, 2003, 2000, 2017.

Quali le cause? Sarebbe una classica configurazione del tipo ‘Rex Block’ con l’anticiclone che si corica sulla bassa pressione. Siffatte situazioni possono essere persistenti tanto che si ritiene che fino alla fine di Giugno la situazione sarebbe poco propensa a sbloccarsi.

Questa situazione a larga scala sarebbe inoltre correlata all’andamento della NAO che da Maggio si mantiene su valori negativi. All’anticiclone disteso verso la Groenlandia corrisponderebbe una bassa pressione in Atlantico che alimenterebbe a sua volta il promontorio sub tropicale in Europa secondo una sorta di meccanismo che si auto alimenterebbe.

Avatar Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta Kest’è

Caserta Kest’è

Giornale online con tematiche di politica, attualità e sport di Caserta e provincia

Cerca
Categorie