La griglia di contenimento dei Regi Lagni sequestrata

Guerriero: Andava sequestrato il depuratore non la griglia. La griglia non risolve il problema

 

CASERTA- Poche ore fa i carabinieri forestali di Caserta, coadiuvati dalla polizia giudiziaria di Caserta, hanno posto sotto sequestro la griglia di contenimento dei Regi Lagni a seguito di un procedimento penale iniziato nel 2018 che ne denunciava il malfunzionamento.

I militari, eseguendo il provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, hanno denunciato il gestore del servizio di depurazione affidato alla società SMA Campania.

Il sindaco neoeletto Luigi Petrella è stato indicato quale custode giudiziario, trovandosi la griglia di contenimento nel Comune di Castel Volturno.

All’atto di nomina della custodia giudiziaria dell’impianto da parte del sindaco Petrella era presente l’avvocato di fiducia Francesca Luongo, attuale consigliera comunale.

Guerriero (CasertaKest’è): ‘Riteniamo che andava sequestrato il depuratore, non la griglia. Il depuratore tratta i fanghi, la griglia invece prende il finale, il materiale grande.

Tanto rumore per nulla, sequestro senza senso, che non risolve il problema.

Per risolvere vanno sequestrati i depuratori dove c’è il problema vero, che da lì esce tutto quello che inquina il nostro mare’.

 

La griglia di contenimento dei Regi Lagni sequestrata


error: Content is protected !!