Pignataro, Sts Acoustics, morsa su operai. Maturo (UGL chimici): “basta dialogo, ora azioni di lotta”

Pignataro (Caserta) – “Basta dialogo, i lavoratori sono operai con una dignità, ora azioni di lotta”. La UGL chimici all’attacco della dirigenza in STS Acoustics S.p.A.

Non tarda ad arrivare, come già annunciato nei giorni scorsi dalla UGL chimici, la propria azione verso un atto di pura arroganza e prepotenza da parte della società STS Acoustics S.p.A., seguirà un immediato esposto all’ispettorato del Lavoro di Caserta”.

Continuano i contrasti all’interno dell’Azienda che immagina di risolvere i propri problemi con una stretta sui lavoratori. Controlli a distanza che non lasciano libertà d’azione per tutte le ore che questi sono impegnati nelle attività, con un sistema installato per la produzione. Gli operai si trovano a dover beggiare per tutto quello che fanno, per un piccolo spostamento, se un prodotto èandato male, se vanno in bagno. Un comportamento da regime di campo di concentramento che non lascia lavorare in pace i lavoratori che si troveranno ad operare in un ambiente ostile fatto di controlli stretti per ore tenendoli sotto stress continuo. Il tutto con una decisione unilaterale senza interpellare le sigle sindacali.  

Lunedi scorso, la UGL chimici ha cercato per l’ennesima volta un dialogo e collaborazione con l’azienda che invece si è chiusa a riccio nel suo arrogante mutismo senza dare alcuna spiegazione e senza un preventivo accordo tra le parti.  

Con ampio senso di responsabilità abbiamo sopportato fino ad oggi – spiega il segretario provinciale UGL Antonio Maturo – nelle prossime ore la segreteria UGL chimici, stanca di cercare un dialogo e soluzioni condivise con chi è artefice del fallimento delle buone relazioni industriali, comunica che intraprenderà azioni di lotta per salvaguardare i lavoratori e rendere l’ambiente salubre e privo di tensione alla quali gli operai verrebbero altrimenti sottoposti”.

Potrebbe interessarti anche