Russo:”La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza”

#madmoodfascionweekMILANO

Pubblicato da Antonella Russo su Mercoledì 19 febbraio 2020

 

E’ ancora precluso a gran parte dei disabili il mondo della moda, dove la disabilità è percepita come imperfezione

Una bellezza “incompleta”, non ordinaria, che può disturbare. E’ questa la percezione che si ha della bellezza disabile, ancora un taboo non solo per il mondo della moda ma anche del cinema, forse meno dalla televisione.

La moda non sembra riuscire ad abbattere questo muro, eccezione fatta per rarissimi esempi come quello del visionario Alexander McQueen che per primo fece sfilare una modella dalle gambe amputate, o il caso italiano di Annalisa Minetti, scesa dalla scalinata di Piazza di Spagna per una importante maison italiana.

E’ in questo panorama desolante che si muove, come una ventata d’aria fresca, il nuovo progetto “MAD MOOD FASHION WEEK – La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza”, nato per favorire l’inclusione nel mondo della moda delle persone con disabilità, ideato  da Marianna Miceli , che ha trovato in Antonella Russo e Massimo Meschino dei collaboratori con una grande intraprendenza. L’abbiamo intervistato Antonella Russo responsabile Mad Mood fw per il Centro-Sud,  per conoscere l’iniziativa.

Questo progetto nasce da una mia personale aspirazione che si unisce alla voglia di fare qualcosa per gli altri.  Il nostro obiettivo al voler realizzare degli eventi di moda che parlassero   fortemente anche di disabilità . Fondamentalmente la missione è quella di realizzare sfilate di alta moda con modelli e modelle diversamente abili che possano sfilare anch’essi con abiti creati appositamente per l’occasione.

Antonella, quali sono gli step del progetto? Chi può partecipare, e quali sono i criteri di selezione?

Attualmente le iscrizioni al casting che avverrà a gennaio sono aperte ed è possibile avere ulteriori informazioni sulla pagina Facebook: Progetto “MAD MOOD f.w.– La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza”.

Tutte le informazioni verranno comunque inviate agli interessati attraverso la mail madmoodcampania@gmail.com

 Per la selezione e per accedere all’iscrizione è stato definito un Regolamento Generale.

Che tipo di accoglienza ha avuto l’iniziativa? Qual è di solito la reazione di fronte a questo progetto? C’è stato più entusiasmo o scetticismo? Ha incontrato più porte chiuse o volontà di partecipazione?

Un progetto di questa rilevanza è certamente fonte di commenti e di disaccordi ma la volontà di realizzarlo è forte e molti credono negli ideali che questa iniziativa vuole portare avanti.

Le difficoltà, come mi aspettavo, sono soprattutto di tipo economico: servono fondi per realizzarlo.

Diamo alcune indicazioni a chi volesse partecipare: come e dove vanno inviate le candidature?

Tutte le richieste vanno inviate per mail con oggetto CASTING a madmoodcampania@gmail.com

Si provvederà poi con l’invio del materiale informativo e da compilare agli interessati.

PER INFO: Antonella Russo 3484768314 – Massimo Meschino 3288954226