SECONDA MAZZATA PER LA DECO’ CASERTA

CASERTA-Sul campo di Reggio Calabria la Decò Caserta accusa la terza sconfitta di questo campionato dopo una partita condotta dapprima con autorevolezza e, poi, con difficoltà fino a poco meno di 7’ dalla fine. L’aggressività difensiva dei neroarancio ha finito col bloccare gli ingranaggi offensivi dei bianconeri che, nell’ultimo quarto, sono riusciti a realizzare soltanto 13 punti contro i 24 dei padroni di casa.  Dopo quella di coppa contro Faenza, seconda sconfitta consecutiva per Caserta che,  esce sconfitta dal Pala Calafiore di Reggio Calabria: dopo aver dominato per 15′ gli uomini di coach Oldoini subiscono la fisicità di Reggio che, guidata dal duo Carnovali-Fall, la ribalta con pazienza e fa uno scherzetto non da poco alla capolista. Caserta,  perde 2 punti rispetto alle inseguitrici, tutte vincenti nei rispettivi match; una sconfitta non deve far drammi, questa, per come arrivare, qualche campanello d’allarme deve cominciare a farlo scattare. Statisticamente, entrambe le formazioni hanno tirato con il 50% dalla lunetta.

Caserta parte con un perentorio 0-6, che diventa 2-11 con la tripla di Hassan ed il sottomano di Dip: già tutti a referto i bianconeri, eccezion fatta per Rinaldi, dopo soli 3′ di gioco. La reazione calabrese non si fa attendere ed è affidata a Fall, Agbogan e Nobile, con i neroarancio che si riportano sul -3 al 6′ (8-11). La partita è piacevole, Dip è presente, Carnovali non fa scappare la Decò, che però riesce nel suo intento con le triple di Hassan e Petrucci.

Petrucci è lontano parente di quello visto in Coppa Italia e porta i viaggianti sul +14, Carnovali è l’unico a non voler mollare, ma ancora un ispirato Petrucci e la tripla di capitan Sergio scrivono il massimo vantaggio già al 12′ (14-32). Ancora una volta la Viola si ritrova a rincorrere e prova a riaprirla con Fall e Nobile (22-34) ma la tripla di Pasqualin (1° canestro dal campo per il play casertano) rispedisce i padroni di casa sul -15 (22-37 al 17′). Caserta avrebbe la possibilità di mettere un buon vantaggio prima dell’intervallo con Bottioni che subisce fallo e la panchina di Reggio si fa sanzionare tecnico, Ciribeni realizza il libero del tecnico, Bottioni fa 0/2 e la Viola rientra in partita ancora con Fall e la tripla di Vitale, che rimette in bilico un match che stava prendendo la giusta piega per i bianconeri.

Dip e Ciribeni iniziano con il piglio giusto la terza frazione, ma gli uomini di coach Mecacci approfittano di ogni distrazione casertana: punisce prima Fall, poi Carnovali prima dall’arco, poi dalla lunetta, complice il tecnico fischiato a Rinaldi (41-47 al 25′). La Decò ora è imprecisa, Hassan e Petrucci cominciano a non trovare più la via del canestro, Vitale, Sergio e Carnovali si scambiano cortesie dalla lunga distanza, Ciribeni rimette due possessi di distanza tra le due formazioni ma, a 2′ dalla sirena, coach Mecacci deve fare i conti con l’infortunio di Fall che accusa un problema alla mano. Reggio non si disunisce, Carnovali tocca quota 19 personali, ma il canestro di Petrucci mette nuovamente 5 punti tra le due formazioni.

La voglia di rimonta di Reggio Calabria non si placa, Hassan prova a dare ossigeno ai suoi, Carnovali però non è d’accordo e porta i suoi sul -1 (55-56), con Fall che rimette piede sul parquet. Agbogan piazza la tripla del primo vantaggio della Viola, Hassan risponde con la stessa moneta, la partita diventa incandescente ed il riminese firma il personale 5-0; Carnovali si guardagna 3 tiri liberi ma ne manda a bersaglio solo uno, Fall impatta a quota 61, Caserta sembra in palla e Dip, con la stoppata su Vitale, evita il contro sorpasso della Viola. Bottioni continua a litigare dalla linea della carità, non trema invece Alessandri che trova i primi punti del suo match e porta i suoi avanti, Dip pareggia a quota 65, ma Fall trova il “2+1″ che, a 17” dal termine, manda in visibilio il pubblico del Pala Calafiore. Hassan fallisce dall’arco (4/10 in serata), il rimbalzo è di Vitale che prima è preciso dalla lunetta, poi fa 0/2, ma recupera il rimbalzo e piazza la tripla sulla sirena del definitivo 73-67.

Nel dopo partita, data la sconfitta inaspettata ed il momento assai delicato attraversato dalla squadra, non ci sono state dichiarazioni di coach Max Oldoni né di alcun rappresentante della società.

Viola Reggio Calabria – DECO’ CASERTA 73 – 67

(1/4: 14-23; 2/4: 30-38 (16-15); 3/4: 49-54 (19-16); 4/4: 73-67 (24-13))

Reggio Calabria: Alessandri 2, Falluca ne, Paesano, Fall 23, Nobile 6, Scialabba ne, Ciccarello ne. Carnovali 24, Vitale 13. Agbogan 5. Allenatore: Mecacci

DECO’ CASERTA: Dip 14, Sergio 6, Petrucci 10, Hassan 16, Ciribeni 12, Rinaldi 2, Valentini ne, Piazza ne, Bottioni 4, Pasqualin 3, Barnaba ne, Mataluna ne. Allenatore: Oldoini
Arbitri: Posti di Marsciano (PG) e Venturini di Lucca

Reggio Calabria: tiri da 2 17/42 (40%), da 3 9/20 (45%), liberi 12/23 (52%), rimbalzi 43 di cui 14 offensivi
DECO’ CASERTA: tiri da 2 17/30 (57%), da 3 9/25 /36%), liberi 6/12 (50%), rimbalzi 28 di cui 2 offensivi

Potrebbe interessarti anche