Sesso di cittadinanza, la proposta shock di una escort italiana

In Italia si sente parlare, nel corso degli ultimi mesi, con sempre maggiore insistenza di reddito di cittadinanza in ambito politica. Bè, negli ultimi giorni potrebbe essere accompagnato anche dal sesso di cittadinanza.

Chiaramente a proporlo non è una delle due forze politiche che guidano il Governo, ma una escort italiana.

Sesso di cittadinanza, perché anche l’intimità è un diritto per i cittadini in difficoltà

Lei si chiama Simona e questa incredibile notizia è filtrata nel corso di una trasmissione che è stata mandata in onda su LA VETRINA 81100.

L’iniziativa che è stata lanciata da questa escort di origini romane di 35 anni è piuttosto facile da comprendere e riguarda proprio il sesso di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza e altre soluzioni…

Dal momento che a breve potrebbe essere introdotto il reddito di cittadinanza, tramite il quale lo Stato vuole dare una mano a tutti quei cittadini che si trovano in condizioni complicate dal punto di vista economico, la escort ha deciso di replicare a sua modo, proponendo il sesso di cittadinanza.

Come funziona?

Il funzionamento del sesso di cittadinanza non è per nulla difficile da comprendere. In poche parole, tutti i clienti della escort romana che andranno da lei e daranno prova di aver diritto al reddito di cittadinanza, potranno sfruttare uno sconto consistente sul “prezzo di listino”.

Uno sconto del 50% sulla prestazione sessuale

Esatto, avete capito bene, visto che la signorina in questione ha deciso di applicare uno sconto pari al 50% sulle prestazioni offerte. Seconda la visione della escort romana, anche le prestazioni di carattere sessuale dovrebbero essere un diritto per tutti, in particolar modo chi deve affrontare condizioni economiche di netto svantaggio.

Le rivelazioni di una ragazza in difficoltà

Ad esempio, la ragazza, sempre alla medesima trasmissione in diretta su LA VETRINA 81100, ha voluto diffondere anche i motivi che stanno alla base di una tale decisione.

Infatti, la donna ha svelato come, circa dieci anni fa, se fosse veramente esistito il reddito di cittadinanza, avrebbe evitato di cominciare a fare questo mestiere.

L’aiuto dallo Stato le è sempre mancato

La ragazza ha messo in evidenza come abbia iniziato a prostituirsi veramente da giovanissima, in un periodo della sua vita in cui era completamente sola.

Infatti, aveva perso il suo compagno, non avevi soldi e non avere la minima di come poter tirare avanti per arrivare a fine mese. L’aiuto che è stato richiesto a varie realtà, ma non è mai arrivato da nessuno e, nello specifico, nemmeno dallo Stato.


error: Content is protected !!