Terra dei Fuochi il fuoriprogramma di Salvini, dopo la tappa di Sorrento

Salvini: Per la gestione del ciclo dei rifiuti in Campania servono i termovalorizzatori che sono assolutamente sicuri

Giugliano – Il segretario della Lega, Matteo Salvini, questa mattina era a Sorrento per un incontro con i cittadini presso il gazebo della Lega di Largo Giovanni Paolo II corso Italia e per partecipare alla due giorni Alis.

“Faremo le barricate dentro e fuori il Parlamento per difendere i decreti sicurezza. L’Italia ha bisogno di turisti che pagano e non di turisti che sbarcano, di gente che viene qui a soggiornare e che dobbiamo pagare. Ad oggi sono sbarcati più di 10mila immigrati e lo scorso anno erano 3000. Noi abbiamo bisogno di più agenti e di più poteri ai sindaci, di garantire più sicurezza agli italiani”. Denuncia Salvini sul dl sicurezza e sugli ingressi dei migranti in Italia.“

Pubblicità

Poi il fuoriprogramma, del leader della Lega Matteo Salvini che inaspettatamente, si è recato nella Terra dei Fuochi, ha visitato il campo rom al confine tra i comuni di Giugliano in Campania e Qualiano, nella zona Nord della provincia di Napoli. “C’è un problema che da troppi anni lamentano i cittadini della zona, oltre tutto in una zona già colpita dalla presenza ecoballe e da milioni di rifiuti stoccati che da 20 anni dovrebbero essere rimossi”ha dichiarato.

“Ritenevo mio dovere – ha aggiunto – toccare con mano quello che non va e che si può risolvere, perché dove governa la Lega, penso a Pisa e a Ferrara, i campi rom abusivi sono stati chiusi. L’obiettivo è tornare al Governo sia nazionale che del Comune di Giugliano per dare certezze ai sindaci. Qui l’emergenza ambientale e l’emergenza sicurezza in pochi chilometri sono una bomba sociale”. Durante la sua passeggiata nel campo rom, Salvini è stato più volte avvicinato da alcuni residenti che gli hanno chiesto un aiuto per far fronte alla mancanza di acqua e alle condizioni igienico-sanitarie precarie, ma c’è stato anche chi gli ha chiesto di posare per una foto.

Una bimba gli ha chiesto “una casa”, a lei Salvini ha risposto: “Mi piacerebbe avere il potere di dartela”
Parlando con i cronisti, Salvini ha spiegato che la soluzione è “fare un censimento, perché c’è campo e campo: vedere chi ha un lavoro, chi manda i figli a scuola, chi ha i documenti, di che nazionalità parliamo. I cittadini italiani hanno i diritti e i doveri di tutti gli altri, quelli che sono in regola non sono vanno allontanati, se sono extraeuropei vanno espulsi”.

L’obiettivo, ha sottolineato Salvini, “è arrivare a campi rom zero, come in tutti gli altri Paesi europei. Oggi c’è il Consiglio europeo, in nessun Paese europeo esistono i campi rom come in Italia. Se uno ha diritto alla casa la compra o la affitta, chi non ha diritto non vive nelle baracche e se ci sono bimbi che non vanno a scuola vengono tolti a genitori che non son degni di questo nome”

E il leader della Lega  ha parlato anche di rifiuti: “Per la gestione del ciclo dei rifiuti in Campania servono i termovalorizzatori che sono assolutamente sicuri. In alcuni città europee sono nei centri storici e ci sono anche i parchi giochi per i bambini”. “Se non si fanno vince la camorra”, ha aggiunto criticando la scelta di non averli realizzati in Campania.