ZTL dal 29 aprile tocca a Corso Giannone

Guerriero: 'Il Centro storico ? NO, ghetto storico ! Sarà l'ennesimo fallimento di questa amministrazione senza opposizione!'

ZTL anche a Corso Giannone. Ebbene sì, dopo quasi tre mesi di rinvio, l’amministrazione comunale ha annunciato l’attuazione del dispositivo per il prossimo 29 aprile.

Il tratto interessato è quello compreso tra via Sant’Antonio e piazza Vanvitelli, dove il passaggio delle vetture sarà vietato dal lunedì al sabato dalle 7,45 alle 9 e dalle 12 alle 14 in concomitanza con l’apertura e la chiusura delle scuole.

E ogni prima domenica del mese, ma solo dalle 10 alle 14.

“Purtroppo in altre zone, il dispositivo resta invariato con conseguenti desertificazioni e fallimenti commerciali , sottolinea indignato il Dott. Ciro Guerriero . Tanti casertani non sono d’accordo con questa Ztl scelerata e senza criterio, continua Guerriero, anche se alcuni dichiarano di volerla, affermando ‘che tutte le città hanno la loro ‘bella’ Ztl’. Ebbene, a questi incoscienti che parlano senza cognizione di causa perché sicuramente non sono residenti nelle zone ‘colpite’ dalla Ztl , e quindi non subiscono i disagi che comporta tale dispositivo, afferma Guerriero, posso soltanto rispondere che questa imposta è poco funzionale per il traffico cittadino ma molto funzionante per fare cassa. Prima di attuare tali sperimentazioni  bisognava trovare spazi per la sosta e creare le condizioni necessarie per la mobilità sostenibile di prossimità”, conclude il presidente di Caserta Kest’è.

Tornando alla Ztl che verrà attivata a Corso Giannone, sembra che a ritardare la partenza erano stati alcuni problemi di elettrificazione che avevano impedito l’attivazione e quindi il funzionamento delle due telecamere, posizionate all’angolo con via Sant’Antonio e con piazza Vanvitelli, e dei due varchi di accesso alla strada.

Superato questo ostacolo tecnico (l’Enel sarebbe intervenuta il 6 marzo scorso), la pedonalizzazione sarà finalmente realtà dopo due anni di annunci e di altrettanti dietrofront.

A garantirlo, durante la seduta del question time a Palazzo Castropignano, è l’assessore alla mobilità e vice sindaco Franco De Michele.


error: Content is protected !!