La Riapertura: un giro per la città, ascoltando la città

 

CASERTA – Il 18 maggio segna il giorno della “ripartenza” dopo la fase più dura dell’emergenza coronavirus. Sono riaperti  bar, ristoranti, parrucchieri e le persone sono più libere di circolare, pur dovendo rispettare alcune regole importanti.

Sui social dalle prime ore del giorno, questo giorno è stato salutato con migliaia di commenti, tra preoccupazioni, gioie e vecchie abitudini ritrovate.

A Caserta come in tante città italiane, c’è tanta voglia di ripartire di riprendere la propria vita, la libertà. La maggior parte dei negozi, dall’abbigliamento ai saloni di barbieri e parrucchieri, ha rialzato le serrande e tante persone circolavano per qualche acquisto non limitato alla solita spesa. Prove di shopping, che se non sollevano le casse dei negozi, devastate dall’emergenza economica, almeno fanno morale e offrono speranze e prospettiva per il prossimo futuro.

 I marciapiedi e le piazze casertane tornano ad essere lo spazio dove i cittadini passeggiano, si incontrano dopo tempo, volti che accennano un sorriso, sequestrato dalla mascherina,  oramai ci si  si saluta con il gomito, mentre altri stressati darebbero ben volentieri una gomitata su questa mascherina.

La nostra testimonianza in un video …

Pubblicato da Ciro Guerriero su Lunedì 18 maggio 2020