Malmenava la moglie durante le cure oncologiche

Il 38enne ha staccato i drenaggi cui la donna era attaccata a causa delle terapie oncologiche.

L’incubo di una donna è stato interrotto dalla Polizia di Stato che ha portato in carcere il marito violento. La polizia ha dato infatti esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un tizio pregiudicato.

Un tizio (perchè uomo non si può definire) di 38 anni è stato arrestato dalla Squadra mobile di Caserta perchè  malmenava la moglie durante le cure oncologiche: per questo e molti altri episodi . È anche accusato pure di stalking e lesioni, continuati ed aggravati, oltre che di maltrattamenti. Nell’ambito dell’indagine coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere è emerso che il 38enne avrebbe picchiato la moglie per oltre dieci anni, in particolare dall’inizio del matrimonio.

Lo avrebbe fatto anche quando la donna era ricoverata in quanto malata di tumore.

Stando a quanto riportato dall’Ansa, in un’occasione il 38enne ha staccato i drenaggi cui la donna era attaccata a causa delle terapie oncologiche.

Ma le violenze hanno coinvolto anche uno dei figli minori della coppia. E sono aumentate quando la moglie ha deciso di separarsi, trovando il coraggio di denunciare il marito violento.

E così sono cominciati i pedinamenti, le telefonate a tutte le ore, anche di notte, e le minacce.

In considerazione della sua pericolosità, visto che il soggetto era stato arrestato in passato per lo stesso motivo, è stato condotto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.