All’anagrafe di Caserta non ci si può divorziare

Un episodio alquanto inverosimile è accaduto al Comune di Caserta, presso l’Ufficio Anagrafe dove una coppia si è vista negare un servizio perché l’impiegato addetto è andato in pensione due mesi fa e chi lo ha sostituito non è in grado di occuparsene. I due casertani, una 37enne e un 36enne, ivi residenti, si erano recati allo sportello dello Stato civile all’ex caserma Sacchi per depositare le pratiche della separazione dopo quattro anni di matrimonio.

Perché al Comune di Caserta vi sono appena undici impiegati: cinque all’ufficio anagrafe, due al protocollo, due all’ufficio elettorale e solo due allo stato civile. Una vero problema che  paga l’utenza e che rischia di essere amplificato a settembre con i nuovi pensionamenti. Impossibile, secondo gli addetti ai lavori, continuare ad operare in queste condizioni soprattutto in vista della tornata elettorale di settembre. Se l’amministrazione comunale non trova una soluzione, nei prossimi mesi, si rischia la chiusura di qualche ufficio con il conseguente disagio per i cittadini casertani.