Protesta di Legambiente alla foce dei Regi Lagni: “Che vergogna!”

Il punto campionato da Goletta Verde a Castel Volturno risultato inquinato per il decimo anno consecutivo

In occasione dell’arrivo oggi in Campania di Goletta Verda, gli attivisti di Legambiente hanno effettuato una protesta alla Foce Regi Lagni a Castel Volturno (Caserta) e hanno esposto un grande striscione con la scritta “Che vergogna!”, con l’obiettivo di denunciare la situazione in cui versa la foce dei Regi Lagni che, in base al prelievo realizzato il 15 luglio dai tecnici della Goletta Verde è stata giudicata “fortemente inquinata” – cioè con o Enterococchi intestinali a oltre 400 UFC/100 ml e/o Escherichia Coli a oltre 1.000 UFC/100ml – per il decimo anno di fila.

Francesco Pascale, di Legambiente Campania, spiega che “Quella dei Regi Lagni è un’emergenza cronica Lo ribadiamo da anni, ma purtroppo non troviamo riscontri: è necessario affrontare con decisione il problema della mancata depurazione. Parliamo di situazioni critiche che segnaliamo da anni, ma per le quali evidentemente poco o nulla è stato fatto. Per questo Legambiente anche quest’anno affiancherà alla denuncia pubblica sullo stato delle acque anche un’azione giuridica, presentando nuovi esposti alle autorità competenti per chiedere di verificare le cause di queste criticità e denunciare i responsabili secondo le nuove norme previste dalla legge sugli ecoreati. Questo caso è uno dei tanti che sul territorio campano contribuiscono alla procedura d’infrazione europea che sta costando all’Italia già 60 milioni di euro all’anno, 5 milioni al mese che avremmo potuto utilizzare per realizzare fognature e depuratori, creando inoltre posti di lavoro”.