Approvazione per continuare l’andazzo, non approvazione per voltare pagina.

CASERTA – È stata convocata la riunione dal Presidente del Consiglio Comunale di Caserta, in prima e seconda, per il 18 e 19 dicembre p.v., per l’approvazione dei conti consuntivi 2017 e 2018, bilancio di previsione 2019 e triennale 2019-2021.
Finalmente arriveranno i nodi al pettine sapendo che questi non sono la sistemazione “travagliata delle contabilità raffazzonata dall’assessore al bilancio Pica”.

Dall’altra parte, è un attesa alquanto impegnativa per il sindaco ed i suoi fedelissimi che  in questi giorni “lavorano” per trovare le giuste argomentazioni, non contabili, per indurre i ribelli, influenzati periodici, agnostici consiglieri ed indurli ad approvare i punti posti all’ordine del giorno. Chi lo sa quale sarà l’esito di questa “lunga” attesa?

Approvazione per continuare l’andazzo, non approvazione per voltare pagina. Delle due l’una: anche se, con questi “personaggi” non sarà facile trovare una via d’uscita, visto che da soli si sono messi in questo “pasticcio”. Sopravvivere per tirare a campare, per aggrovigliarsi sempre più nelle proprie spire è continuare a danneggiare la convivenza della città, impedendone il corretto futuro sviluppo.

Abbiamo incontrato l’ex Sindaco Pio del Gaudio nell’intervallo di una delle presentazioni del suo libro ‘Guai a chi ci capita‘ , al quale abbiamo chiesto  di esprimere un pensiero sulla complessa questione  dei bilanci.

Il Comune di Caserta affronterà un momento importante quello del voto sul bilancio e questa volta è un voto speciale perché non si vota solo il bilancio 2017 che passato da 2 anni o il bilancio 2018 che è passato da oltre un anno ma si vota il bilancio 2017 bilancio 2018 e il bilancio preventivo del 2019 che È paradossale perché bisognerà 19 di fatto già finito .

c’è un elemento che da dottore commercialista lascia abbastanza perplessi per questo bilancio 2018 Il rendiconto 2018 c’è un doppio parere dei revisori dei conti vuoi sapere che revisori dei conti grazie a Dio oggi è un organo terzo. perchè  è un organo terzo perché i revisori dei Conti degli enti non vengono più nominati come  in passato dalla politica ma vengono sorteggiati dalle varie prefetture, quindi noi abbiamo tre revisori dei conti al comune di Caserta ebbene la relazione al bilancio deve essere una invece nel caso specifico del bilancio 2018 il comune di Caserta ci sono due relazioni una nella quale da parere negativo un’altra dove gli altri due revisori dei conti danno parere positivo seppur con riserve fanno un sacco di raccomandazioni però alla fine d’anno parere positivo.Quindi abbiamo due relazioni che è stranissimo, tra l’altro una positivo e una negativa.

Da tecnico non capisco come mai non se n’è fatta una sola in questa una sola Due avrebbero dato parere positivo e una negativa ha fatto bene il segretario generale a passare la palla al prefetto e chiedere informazioni al Prefetto su questa questione. E’ una situazione sicuramente imbarazzante chiaramente se il bilanci non vengono approvati l’ente viene commissariato.”