I soliti noti e belli di papà, pronti a scendere in campo per le Regionali

Nel mentre aspettiamo di conoscere i nomi dei candidati a governatore e, soprattutto le coalizioni che li sosterranno, hanno iniziato a muoversi gli aspiranti per il prossimo consiglio regionale.

A Gianpiero Zinzi, spetterà il compito di costruire e ‘migliorare’ la lista di Toti, progetto al quale ha aderito ufficialmente a Ferragosto.

Infatti, l’ex coordinatore di Forza Italia, sarà impegnato sia a costruire la lista che a fare il candidato. Potrebbe sostenerlo l’ex consigliere provinciale Giuseppe Mariniello, da sempre legato a doppio filo alla famiglia Zinzi e Orlando De Cristofaro, già segretario cittadino di Forza Italia ad Aversa e figlio dell’ex sindaco del capoluogo normanno Enrico De Cristofaro.

Un new entry  in Forza Italia potrebbe essere Giuseppe Guida, consigliere ad Arienzo e presidente dell’Agis.

Mentre per  Fratelli d’Italia, un nome pronto a scendere in campo potrebbe essere quello dell’ex sindaco di Castel Morrone Pietro Riello che, dopo l’esperienza al Comune di Caserta, si è messo a lavorare “duramente” per questa competizione.

Scenderà in campo, invece, con la Lega l’ex assessore alle Attività produttive del Comune di Caserta Emilio Caterino che dovrà “competere” tra gli altri, con il sindaco di Frignano Gabriele Piatto e con il coordinatore provinciale Salvatore Mastroianni la cui candidatura sta prendendo forma negli ultimi giorni.

Stefano Graziano e Gennaro Oliviero, punteranno alla riconferma con il Pd, Massimo Grimaldi correrà con Forza Italia, Vincenzo Viglione, invece, proseguirà la sua avventura con il Movimento 5 stelle.

Altro nome è quello di Giovanni Lombardi, sindaco di Calvi Risorta, e figlio dell’ex consigliere regionale di Alleanza nazionale Benedetto Lombardi che potrebbe schierare proprio Fratelli d’Italia, ma anche nella lista di D’Anna.

Mentre sono una “novità” Giovanni Zannini e  Alfonso Piscitelli, i quali, rispettivamente  l’avvocato ed il medico, possono scendere in campo sia in una lista di centrodestra che in una di centrosinistra avendo dialoghi aperti in entrambe le coalizioni, pur mantenendo tutti e due un ottimo rapporto con il governatore Vincenzo De Luca.